COVID-19 - differimento al 30/04 per l’invio dei flussi regolarizzativi per il conguaglio delle domande CIG scaduti

07/04/2022
INPS, con il messaggio n. 1530 del 06 aprile 2022, rettifica parzialmente il messaggio n. 4624/2021 (v. ns. comunicato del 22/12/2022) precisando che l’Istituto, a livello centrale, individuerà le autorizzazioni il cui termine di decadenza ha una data compresa fra il 1° dicembre 2020 e il 31 agosto 2021 e, contestualmente, differirà in procedura al 31 dicembre 2021 il termine decadenziale relativo al conguaglio.
Tanto premesso, l'Istituto spiega che eventuali conguagli riferiti alle predette autorizzazioni, esposti nei flussi con competenza fino a dicembre 2021, saranno considerati nei termini e accettati dalla procedura di Gestione Contributiva.
L’Istituto precisa altresì che per i datori di lavoro che hanno già provveduto all’esposizione del conguaglio oltre la data di scadenza originaria, e per le quali la relativa nota di rettifica è stata definita e inviata al Recupero Crediti, rimane valido quanto già previsto dal messaggio n. 4624/2021, in merito alla possibilità di procedere all’invio di flussi regolarizzativi, al fine di generare il credito utile per la chiusura dell’inadempienza. Tali flussi regolarizzativi potranno essere trasmessi entro il 30 aprile 2022.
Servizio Previdenza - fscimone@confindustria.ge.it - (+39) 010 8338.469