COVID-19 - servizio “Greenpass50+” e verifica sugli ultracinquantenni

16/02/2022
INPS, con il messaggio n. 721 del 14 febbraio 2022, comunica che, a partire dal 15 febbraio 2022, l’Istituto, in ottemperanza al Decreto Legge n. 1/2022 che ha istituito l'obbligo per gli ultracinquantenni di esibire una delle certificazioni verdi COVID-19 di vaccinazione o di guarigione (c.d. green pass "rafforzato") per accedere ai luoghi di lavoro, fornisce l’esito della verifica del green-pass (positivo o negativo) tenendo conto del requisito anagrafico.
Per l’utilizzo del servizio “GreenPass50+”, l'Istituto invita a fare riferimento ai precedenti messaggi nn. 3589/2021, 3768/2021, 3948/2021 e 4529/2021 e ricorda che il servizio, ai fini dell’accreditamento, è riservato ai soggetti datoriali (pubblici e privati) o ai loro intermediari, previa autenticazione secondo le modalità in essere previste dall’Istituto (SPID/CIE/CNS/PIN).
In particolare, i c.d. “Verificatori” possono accedere con SPID/CIE/CNS e selezionare il “profilo cittadino” per effettuare la verifica. 
Infine, l'Istituto ribadisce, come evidenziato nei messaggi sopra citati, che, in fase di controllo, i “Verificatori” selezionano, tra i dipendenti presenti nell’elenco visualizzato, solo il personale effettivamente in servizio, di cui è previsto l'accesso ai luoghi di lavoro ossia escludono gli assenti dal servizio e i dipendenti in lavoro agile, ed, esclusivamente per le posizioni selezionate, possono verificare il possesso del green-pass.
Si ricorda che la verifica del rispetto dell’obbligo vaccinale sussiste in capo alle strutture sanitarie e da queste va effettuata a prescindere dalla presenza o meno del personale sul luogo di lavoro.
Servizio Previdenza - fscimone@confindustria.ge.it - (+39) 010 8338.469