NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Obbligo green pass rafforzato per accesso ai luoghi di lavoro: nuove indicazioni di Confindustria

15/02/2022

In relazione all'obbligo (entrato oggi in vigore), da parte dei lavoratori che abbiano compiuto i 50 anni di età, di possedere il green pass rafforzato per l'accesso a luoghi di lavoro, Confindustria ha fornito alcune nuove indicazioni relative, in particolare, ai due seguenti aspetti:

1) se l’obbligo vaccinale e il conseguente obbligo di green pass rafforzato per l’accesso ai luoghi di lavoro sorgano successivamente al compimento del 50° anno di età ovvero sussistano a prescinderne dal conseguimento;

2) le modalità di controllo da parte dei datori di lavoro sul possesso del green pass rafforzato.

Sul primo punto, in assenza di chiarimenti specifici da parte del Governo, Confindustria ha ritenuto di avviare una interlocuzione con alcune amministrazioni centrali, da cui è emerso un orientamento prevalentemente volto a limitare le verifiche della certificazione rafforzata ai soli soggetti che abbiano effettivamente compiuto i 50 anni di età.

Pertanto, con riferimento ai soggetti che compiranno i 50 anni di età entro il 15 giugno 2022, nelle amministrazioni coinvolte (es. Min. Lavoro, Min. Salute, Inail, Inps), essi saranno soggetti all’obbligo di green pass rafforzato per l’accesso ai luoghi di lavoro solo dal momento del compimento del 50° anno.

Per quanto attiene invece al secondo punto, relativo alle modalità di effettuazione del controllo da parte dei datori di lavoro, Confindustria, a parziale modifica di quanto indicato nella precedente Nota di approfondimento del 12 gennaio 2022 (cfr. nostra news del 12 gennaio 2022), sottolinea  che le verifiche sul possesso del green pass rafforzato da parte dei lavoratori ultracinquantenni, in considerazione del dettato normativo, sarebbero da svolgersi sempre in modo massivo  e quindi a tappeto. 

Si rimanda alla lettura della nuova nota di Confindustria per ulteriori approfondimenti.

Il Servizio Rapporti Inail e Sicurezza sul Lavoro resta a disposizione delle aziende associate per fornire chiarimenti al riguardo.

 

 

 

Servizio Rapporti INAIL e Sicurezza Lavoro - adelucchi@confindustria.ge.it - (+39) 010 8338.583

Download

Link

No result...