NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Prorogate fino al 30 aprile le limitazioni per gli spostamenti da e per i Paesi UE

06/04/2021

Con Ordinanza del 2 aprile, il Ministro della Salute ha prorogato fino al 30 aprile le restrizioni previste dalla precedente Ordinanza del 30 marzo per tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti all’ingresso in Italia in uno o più Stati e territori di cui all’Elenco C dell’Allegato 20 (oltre che in Austria, nel Regno Unito, in Irlanda del Nord ed in Israele) del DPCM 2 marzo 2021.

Pertanto per chi rientra in Italia da un Paese dell’Elenco C è obbligatorio:

  • sottoporsi a tampone (molecolare o antigenico) effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Italia e il cui risultato sia negativo

  • sottoporsi a prescindere dall’esito del test molecolare o antigenico di cui sopra, alla sorveglianza sanitaria e ad isolamento fiduciario per un periodo di cinque giorni

  • sottoporsi al termine dell’isolamento di cinque giorni ad un ulteriore test molecolare o antigenico                                                                                                                

Le suddette ulteriori restrizioni non si applicano nei casi previsti dall'articolo 51, comma 7, del Dpcm 2 marzo 2021, come ad esempio per chi fa ingresso in Italia per un periodo non superiore alle centoventi ore per comprovate esigenze di lavoro, salute o assoluta urgenza, per i transfrontalieri o per il personale di imprese ed enti aventi sede legale o secondaria in Italia per spostamenti all'estero per comprovate esigenze lavorative di durata non superiore a centoventi ore.  

Occorre quindi prestare attenzione al fatto che, nei casi in cui la durata delle trasferte di personale di imprese italiane nei Paesi dell'Elenco C dell'Allegato 20 dovesse superare le 120 ore, sarà necessario per il rientro in Italia, almeno fino al prossimo 30 aprile, attenersi alle nuove restrizioni sopra richiamate.

 

Servizio Rapporti INAIL e Sicurezza Lavoro - adelucchi@confindustria.ge.it - (+39) 010 8338.583

Download

Link

No result...