NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Nuove indicazioni per la durata ed il termine dell'isolamento e della quarantena

13/10/2020

Il Ministero della Salute, con circolare del 12 ottobre 2020, ha definito nuovi criteri per porre fine all'isolamento o alla quarantena in relazione all'infezione da SARS-Cov-2, tenendo conto dell'evoluzione della situazione epidemiologica, delle indicazioni provenienti da organismi internazionali e del parere del Comitato Tecnico Scientifico dell'11 ottobre u.s..

Preliminarmente viene chiarito che l'isolamento "si riferisce alla separazione delle persone infette dal resto della comunità per la durata del periodo di contagiosità",  mentre la quarantena "si riferisce alla restrizione dei movimenti di persone sane per la durata del periodo di incubazione, ma che potrebbero essere state esposte ad un agente infettivo o ad una malattia contagiosa, con l'obiettivo di monitorare l'eventuale comparsa di sintomi e identificare tempestivamente nuovi casi" (è la situazione in cui vengono a trovarsi ad esempio coloro che sono stati individuati come contatti stretti di soggetto risultato positivo o che hanno fatto ingresso in Italia da Paesi a rischio epidemiologico).

Per quanto riguarda invece la durata e il termine dell'isolamento e della quarantena, vengono fornite le seguenti indicazioni in base ai diversi possibili scenari:

- casi positivi asintomatici: possono rientrare in comunità dopo un periodo di isolamento di almeno 10 giorni dalla comparsa della positività, al termine del quale risulti eseguito un test molecolare con risultato negativo.

- Casi positivi sintomatici: possono rientrare in comunità dopo un periodo di almeno 10 giorni dalla comparsa dei sintomi, accompagnato da un test molecolare con esito negativo eseguito dopo almeno 3 giorni senza sintomi.

- Casi positivi a lungo termine: in caso di assenza di sintomatologia da almeno una settimana, possono interrompere l'isolamento dopo 21 giorni dalla comparsa dei sintomi.

- Contatti stretti asintomatici: devono osservare un periodo di quarantena di 14 giorni dall'ultima esposizione al caso, oppure un periodo di quarantena di 10 giorni dall'ultima esposizione con un test antigenico o molecolare negativo effettuato il decimo giorno.

La circolare si conclude poi con alcune raccomandazioni, tra cui segnaliamo in particolare le seguenti:

- eseguire il test molecolare a fine quarantena a tutte le persone che vivono che vivono o entrano in contatto regolarmente con soggetti fragili e/o a rischio di complicanze;

- non prevedere quarantena, nè l'esecuzione di test diagnostici nei confronti di contatti stretti di contatti stretti di caso positivo (si pensi ad esempio ai conviventi di persone in quarantena), a meno che il contatto stretto del caso positivo non risulti successivamente posittvo ad eventuali test diagnostici o, in base al giudizio delle autorità sanitarie, si renda opportuno uno screening di comunità.

 

Servizio Rapporti INAIL e Sicurezza Lavoro - adelucchi@confindustria.ge.it - (+39) 010 8338.583

Download

Link

No result...