NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Proroga stato di emergenza - Misure in materia di salute e sicurezza sul lavoro

31/07/2020

In concomitanza con la proroga dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 al 15 ottobre 2020, fissata con Delibera del Consiglio dei MInistri del 29 luglio 2020, il Governo, con decreto-legge n. 83 del 30 luglio 2020, ha contestualmente prorogato alla medesima data del 15 ottobre p.v. l'efficacia di una serie di disposizioni e di misure già adottate in precedenza per contrastare e contenere la diffusione del virus.

Tra quelle aventi maggiore rilevanza in materia di salute e scurezza sul lavoro, segnaliamo in particolare le seguenti:

- la possibilità da parte del Governo di continuare ad adottare nuovi DPCM che estendano o modifichino le misure vigenti, da ultimo quelle previste dal DPCM 11 giugno 2020, la cui efficacia era stata prorogata al 31 luglio dal successivo DPCM 14 luglio 2020 e che ora viene ulteriormente prorogata per un periodo massimo di 10 giorni dal decreto-legge 83/2000, in attesa dell'emanazione di un prossimo DPCM. Ricordiamo che tra queste misure rientra, "in primis", l'obbligo per le attività produttive industriali e commerciali di rispettare i contenuti de protocolli di sicurezza;

- l'assimilazione delle mascherine chirurgiche a dispositivi di protezione individuale, con la possibilità di continuare ad utilizzare le stesse in ambito lavorativo per contenere il diffondersi del contagio;

- la possibilità di continuare a produrre, importare ed immettere in commercio mascherine chrurgiche e dispositivi di protezione individuale in deroga alle vigenti disposizioni, previa validazione delle stesse da parte dell'Istituto Superiore di Sanità e dell'Inail;

- la possibilità di proseguire a svolgere il lavoro agile in assenza di accordi individuali;

- l'equiparazione dello stato di quarantena alla malattia;

- la sorveglianza sanitaria per i lavoratori fragili.

Non risulta prorogata, invece, la disposizione dell'articolo 26, comma del decreto legge 18/2020, che per alcune forme di fragilità prevede l'equiparazione dell'assenza dal lavoro al ricovero ospedaliero fino al 31 luglio.

 

 

 

Servizio Rapporti INAIL e Sicurezza Lavoro - adelucchi@confindustria.ge.it - (+39) 010 8338.583

Download

Link

No result...