NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Crediti di imposta per consumi energetici: remissione in bonis

28/06/2023

L'Agenzia delle Entrate con alcune sue recenti pronunce ha precisato quanto segue:

1) le imprese "energivore", "gasivore", "non energivore" e "non gasivore"che non hanno comunicato, entro la scadenza fissata del 16 marzo 2023, l'ammontare dei crediti di imposta maturati, e non ancora fruiti,  relativi al terzo trimestre 2022 e ai mesi di ottobre, novembre e dicembre sempre dello scorso anno, potranno fruire dell'istituto della remissione in bonis, nel caso in cui, ricorrendo i presupposti previsti dalla legge per fruire dei crediti di imposta in oggetto, venga trasmessa una dichiarazione tardiva e pagata la relativa sanzione, pari a 250 euro, entro il termine ultimo per l'utilizzo dei crediti (ad oggi fissato al 30 settembre 2023). La remisisone in bonis è inibita in presenza di attività di controllo poste in essere prima del suo perfezionamento (cfr. risoluzione n. 27 del 19 giugno 2023);

2) analogamente a quanto sopra indicato, è possibile usufruire dell'istituto della remissione in bonis anche per correggere errori nella dichiarazione inviata entro il termine del 16 marzo u.s.. In questo caso, le imprese interessate devono prima annullare tale comunicazione, versare la sanzione  di 250 euro tramite modello F24 ELIDE e poi inviare la comunicazione corretta (cfr. comunicato sul sito dell'Agenzia delle Entrate).

 

Servizio Energia - adelucchi@confindustria.ge.it - (+39) 010 8338.583

Scadenze

No result...

Download

Link

No result...